Piatti tipici piemontesi: panissa e "fricc del marghè"

La panissa è un piatto caratteristico della pianura vercellese e della lomellina e, come ovvio, l'ingrediente principale è il riso!





INGREDIENTI:
lardo
cipolla
pomodoro
riso

PROCEDIMENTO:
Si fanno soffriggere 100 gr. di lardo tritati con un pezzetto di cipolla tagliuzzato; si aggiungono 3 pomodori pelati e tritati, si lascia rosolare bene e quindi si uniscono 500 gr. di riso e si lascia cuocere per pochi minuti all'asciutto.
quando comincia a colorire si versa un litro ca. di brodo di carne bollente e si tira a cottura rimestando finchè non si sarà rappreso.
si condisce con mezza noce di burro e si serve ben caldo.




FRICC DEL MARGHE' (fritto del margaro, la parola "fricc" si pronuncia con la "c" morbida come in "ciao")


Dalla bassa pianura vercellese saliamo sulle alpi biellesi / valsesiane.
questa gustosissima pietanza mi ha insegnato a cucinarla la Signora Rina, un'arzilla nonna di settantotto anni che vive con figli, nipoti e pro-nipoti nella cascina che dista poche centinaia di metri da casa nostra e dove andiamo abitualmente a prendere il latte che viene munto giornalmente dalle oltre 80 mucche di loro proprietà!
Personalmente, io nutro un'enorme rispetto e amore per la cultura contadina e per le sue genti per la loro saggezza, intelligenza ed in generale per la loro grande laboriosità e ospitalità.... figuratevi che questa signora prepara personalmente moltissimi unguenti conto strappi muscolari, punture di insetti e molto altro utilizzando erbe e piante di cui ha una conoscenza degna di un druido!
solo comunicandole alcuni dettagli lei mi ha detto, ancor prima che me lo dicessero i medici, che avrei avuto una bambina "at vurgrè ca' lè na' bela màta" (in piemontese: "vedrai che sarà una bella femminuccia!")
va bene, ora torniamo al nostro fritto del margaro del quale ora non ho una foto da postarvi ma che vi assicuro essere una VERA leccornia con la "L" maiuscola! ;)


INGREDIENTI:
burro
aglio
uova
formaggio
timo

PROCEDIMENTO:
(dosi per 4 pers.)
In una pentola antiaderente fare soffriggere 100 gr. di burro di cascina (quello bello giallo!;)) con mezzo spicchio d’aglio che poi andrà tolto, e qualche fogliolina di Timo Serpillo.

si aggiunge poi nel burro schiumante 300 gr. di toma biellese d.o.c tagliata a dadini facendola fondere mescolando con una forchetta o cucchiaio di legno.
a questo punto mettere 4 uova intere strapazzandole con il formaggio fino a farne rapprendere un poco l’albume.
Il piatto si serve poi caldissimo con polenta o crostini di pane integrale....

MAMMA MIA CHE 'BBBUOOONOOOOOO!!!! ;p

10 commenti:

JAJO ha detto...

Grazie di queste due nuove ricette piemontesi Heidi, con questo freddo ci dovremmo adeguare anche noi a Roma :-D

carmen ha detto...

non conoscevo queste ricette ma la fricc del marghè mi piace troppo un abbraccio

marcella candido cianchetti ha detto...

ottima questa panissa che domani farò ho tutti gli ingredienti e poi è saporosa e veloce, è tanto che non passo a leggerti,avevo perso il link,sono un'autodidatta di pc! adesso t'invio la ricettina postata oggi buona serata

Gunther ha detto...

io mangio quando vado a novara la panissa ma non sapevo cone si faceva

Susina strega del tè ha detto...

Che prelibatezze tesoro!!!!!!!! Son senza parole!!!!!

Franz ha detto...

I risotti sono divini in tutte le salse e con tutti i condimenti, ma questo farebbe resuscitare anche un morto!

Heidi ha detto...

scusatemi tutti per il ritardo nel rispondere ai vostri commenti in quanto ho avuto un pò da fare dato che questa settimana sono arrivati i miei genitori da Stoccolma che ora si sono trasferiti definitivamente quà nella casa sul lago maggiore....

JAJO: prego caro.. provale e fammi sapere!;)

CARMEN: si eh??!! ma ahimè, quella è una vera "bomba" anche per i grassi in essa contenuti!!!

MARCELLA: come ti è venuta??? vai tranquilla che certe volte capita anche a me di combinare dei casini mega-galattici con il pc... e io ho pure un diploma di perito informatico, quindi consolati!!! nessuno è immune da tali sconvenienti....

GUNTHER: e adesso che lo sai... devi provare per forza anche a cucinarla!!;)

SUSY: sono sempre lusingata dalle tue parole!!! grazie tesora!!!;*

FRANZ: vero vero vero!!!!! purtroppo non è adatto agli "stomaci deboli".... ma a quanto pare a te come per me questo fatto non è un problema!!

stefano ha detto...

bel blog mi stà venendo una fame!!!
mi sono aggiunti ai lettori se hai tempo(e voglia)dai un occhiata al mio blog che parla di cinema;ciao e buona domenica.

Heidi ha detto...

ciao stefano e benvenuto!! verrò sicuramente da te appena ho un'attimo di tempo... passa ancora a trovarmi mi raccomando!!!;)

marcella candido cianchetti ha detto...

finalmente ho ritrovato il tuo blog,sapessi quanto ho cercato, ma non mi ricordavo da quale blog provenivo e cosi scoprirti,ieri sera ho fatto la panissa ottima,se ti và passa da me ho postato ricette tibetane essendo il loro capodanno. buon inizio di settimanna