Salsa di cren e salsa bearnese

Le salse nell'armonia dei gusti fanno da contrappunto: legano ed accentuano i sapori di quei cibi che da soli risulterebbero insipidi o nauseanti; fanno risaltare e combinano odori contrastanti e complementari e, nel palato stimolano le capacità gustative.
in poche parole, una salsa indovinata è il naturale complemento della cottura di una pietanza.

SALSA DI CREN



Gentilmente e tempestivamente inviatami da Stefano, autore del blog "mestolo e paiolo" (vedi link a lato) pubblico la ricetta di questa salsina così come me l'ha inviata lui e che io ed il mon amour abbiamo provato questa settimana come accompagnamento al bollito....... S-T-R-E-P-I-T-O-S-A!!!
ed eccovi quà le sue parole:

"Ne esistono molte versioni, con uovo, con panna, con latte, ecc. Qui da noi in Veneto se chiedi cren ti portano una salsa ottenuta in questo modo: dopo aver lavato la radice di rafano, va sbucciata con un pò di pazienza con lo sbucciapatate e grattugiata finemente, quindi si aggiunge qualche cucchiaio di aceto bianco. Va messa in un vasetto di vetro e lasciata riposare per circa 20 giorni in cantina od in frigo (volendo si può consumare anche prima, ma sarebbe molto piccante) . Attenzione quando la grattugi, al confronto la cipolla è un toccasana per gli occhi :) . Ti consiglio di farlo all'aperto o meglio ancora, tagliarla prima a pezzettini e metterla nel frullatore. Deve risultare molto fina, quasi una crema. Prima di consumarla va ggiunto un pò d'olio e.v. d'oliva. Indicativamente ogni 100 gr di radice, aggiungi 2 cucchiai di aceto, poi vedi tu, a tuo gusto. Strepitosa nelle portate di lessi, talvolta si usa anche negli arrosti, nella mia tavola con i bolliti non manca mai."

grazie mille Stefano!




SALSA BEARNESE:



INGREDIENTI:
aceto
prezzemolo
anice
uova
burro
sale

PROCEDIMENTO:

Si fanno cuocere in 100 gr. di aceto una grossa presa di prezzemolo e un pugno di anice tritati finissimi.
ridotto l'aceto a poco più di una cucchiaiata, si toglie dal fuoco e si battono due tuorli d'uovo.
si mette quindi a cuocere a bagnomaria e si unisce, pezzetto per pezzetto, 125 gr. di burro, sempre rimestando e prestando attenzione che non raggiunga il bollore.
in ultimo si aggiunge il sale.
si serve in preferenza come accompagnamento di carni cotte alla griglia.

6 commenti:

Franz ha detto...

Ieri sera, a cena con alcuni amici, ho mangiato prosciutto alla brace cosparso di cren (o rafano che dir si voglia). Qui in Veneto è molto diffuso con i bolliti, ma è strepitoso anche sul pane casereccio! Grazie per aver reso onore a questa piccola salsa locale!
Bravissima!!!

Heidi ha detto...

grazie a te Franz! io noto comunque che voi in veneto cucinate anche molto il pesce in tanti modi gustosi e, comunque, come quella piemontese, anche la cucina veneta è riuscita a conservare nel tempo quel carattere semplice e proprio della gente laboriosa e casalinga!

Susina strega del tè ha detto...

Adoro le salsine...mamma mia mi hai fatto venire la voglia della bernese a quest'ora, o come si fà????
smuack e buon week end!!! ^_^

Heidi ha detto...

bè... puoi sempre correre in cucina a prepararla!!!;)

marcella candido cianchetti ha detto...

vedo che anche tu segui mestolo e paiolo ottima la salsa di cren ciao

Heidi ha detto...

MARCELLA: certo! e la salsa mi è risultata proprio buona!